Crédit Agricole emette un nuovo covered bond premium label

ph Marcel Strauß on Unsplash

Ha concluso con successo Crédit Agricole Italia la sua seconda emissione pubblica dell’anno di una Obbligazione Bancaria Garantita (Obg) in formato Premium sul mercato italiano, collocamento con la più lunga durata dalla riapertura del mercato di giugno 2023.

Il processo di book building ha registrato fin da subito un riscontro molto favorevole da parte degli investitori, raccogliendo una domanda di 4,6 miliardi di euro, a conferma del continuo apprezzamento per Crédit Agricole Italia.

L’operazione è stata annunciata il 01 marzo alle 12:49 e il book è stato aperto il 04 marzo alle 09:17 con guidance iniziale a mid swap + 90bps; nel corso della mattinata sono rapidamente pervenuti circa 130 ordini fino a raggiungere un controvalore pari a quasi 5 volte l’importo collocato.

La domanda è quasi interamente composta da investitori internazionali, a dimostrazione della rinnovata fiducia riconosciuta dal mercato a Crédit Agricole Italia e della capacità dimostrata dall’Istituto di accedere al mercato in diversi formati, dopo il successo dell’avvenuta emissione Green dello scorso gennaio.

L’emissione di 1 miliardo di euro della durata di 12 anni (scadenza 11 marzo 2036) e cedola annua lorda pari a 3,50 per cento, offre un rendimento equivalente al tasso mid swap maggiorato di uno spread di 85 punti base, 37 Bps sotto il rendimento del Btp di durata analoga.

Curata da Crédit Agricole Corporate and Investment Bank in qualità di Global Coordinator e con joint bookrunner Crédit Agricole Corporate and Investment Bank (B&D), IMI – Intesa SanPaolo S.p.A., BBVA, Raiffeisen Bank International AG e LBBW, l’emissione si inserisce all’interno del programma di Covered Bond di Crédit Agricole Italia da 16 miliardi di euro avente come sottostante mutui ipotecari residenziali italiani. Si prevede un rating pari a Aa3 da parte di Moody’s. (Redazione)

vedi

Ok la prima Obg green del 2024

Covered Bond di Crédit Agricole