Credem finanzia Pmi siciliane

Credem è una delle principali banche italiane

Credem, tra i principali e più solidi gruppi bancari italiani, prosegue con decisione nel sostegno al tessuto economico italiano mettendo a disposizione finanziamenti per le imprese clienti che investono e vogliono concretizzare i loro progetti di crescita.

In particolare, oltre 128 milioni di euro di finanziamenti predeliberati sono stati complessivamente stanziati per le piccole e medie imprese clienti della Sicilia, disponibili fino al 31 gennaio 2022.

Il plafond riguarda un bacino complessivo di oltre 4 mila piccole e medie imprese, artigiani, agricoltori e liberi professionisti, che abbiano tra l’altro l’obiettivo di gestire le esigenze di liquidità, generalmente accentuate verso fine anno, per il pagamento di tredicesime, acconti per imposte di fine novembre, anticipi Iva, oltre ad altre necessità finanziarie quali il finanziamento del magazzino o il pagamento anticipato dei fornitori.

A livello nazionale, ammonta ad oltre un miliardo di euro il plafond di finanziamenti a disposizione di quasi 30 mila piccole e medie imprese clienti fino al 31 gennaio 2022.

Coerentemente con il programma denominato Digital Hub Imprese lanciato nei mesi scorsi con l’obiettivo di semplificare il rapporto banca-impresa ed accompagnare i propri clienti nel percorso di transizione digitale, Credem offre tale tipologia di finanziamenti anche  in modalità completamente digitale.

Più in dettaglio, i clienti interessati potranno consultare il prestito offerto e le condizioni direttamente dal proprio internet banking ed attivare il finanziamento con l’assistenza dei consulenti imprese per rispondere alle domande in tempi rapidi e personalizzare l’offerta.

Il Gruppo Credem nel primo semestre 2021 ha aumentato i prestiti alla clientela del 8,9 per cento a/a rispetto al sistema che segna 3,3 per cento nello stesso periodo, raggiungendo 29,8 miliardi di euro. Il Gruppo ha mantenuto inoltre la qualità dell’attivo ai vertici del sistema bancario con sofferenze nette su impieghi netti a  giugno 2021 a 0,37 per cento, dato significativamente inferiore alla media di sistema pari a 1,04 per cento.

“In questo momento caratterizzato da un contesto economico molto delicato in cui è fondamentale sostenere la ripresa economica  vogliamo puntare con decisione al sostegno delle piccole e medie imprese” ha dichiarato Massimo Arduini, responsabile commerciale Credem Banca.

“Questa iniziativa – prosegue – si unisce ai grandi investimenti che stiamo effettuando per il sostegno alla transizione digitale per le imprese nostre clienti, grazie al programma Digital Hub Imprese che ci vede impegnato con società del gruppo Credemtel, Credemleasing e Credemfactor ad ampliare i servizi con offerte destinate alla Supply Chain, al Factor e Leasing. Il nuovo servizio di offerta online sui prestiti permette di offrire alle nostre imprese un servizio moderno veloce ed  in linea con le attese del mercato, unendo un servizio digitale alla nostra tradizionale attenzione al cliente, garantita dalle nostre persone dedicate alla consulenza per le imprese nelle filiali e nei centri small business.” (Redazione)

vedi

Economia, innovazione, turismo: tutti i nodi restano irrisolti (di Sergio Scialabba)