Cortometraggi protagonisti

Ingrid Bergman diceva che “non esiste nessuna forma d’arte come il cinema capace di raggiungere le stanze segrete dell’anima”. Qualcosa che c’è ma non si vede, di invisibile e tangibile insieme. È questo il file rouge della XII edizione di SorsiCorti, il festival internazionale di cortometraggi, quest’anno inserito nel palinsesto di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, che, dal 20 al 26 maggio, si snoderà tra Villa Filippina, il Rouge et Noir e I Candelai. Proiezioni, incontri e degustazioni dedicate a grandi e piccini appassionati di cinema.

Organizzato dal Piccolo Teatro Patafisico, SorsiCorti vuole essere esaltazione del territorio in tutte le sue sfaccettature, sintesi di convivialità e buon cinema, fondendo il piacere del buon vino, che fin dalla prima edizione accompagna la manifestazione, con la sperimentazione cinematografica. Ogni proiezione, infatti, sarà anticipata da una degustazione di vino e, da quest’anno, anche di birra, offerte dalle cantine Planeta e dall’azienda Birra Palermo.

Si parte, domenica 20 maggio con la proiezione, nella cornice di Villa Filippina, della pellicola d’animazione “Toy Story”, che vide Fabrizio Frizzi nell’inedito ruolo di doppiatore del protagonista Woody. Un’occasione per ricordare il celebre conduttore tv recentemente scomparso, ma anche e soprattutto un pomeriggio pensato per le famiglie che potranno condividere con i più piccoli tutto il gusto dell’intrattenimento targato Disney Pixar. Si prosegue, lunedì 21, con “Spazio Venezia”. Negli schermi del Rouge et Noir, alcuni dei film proiettati durante la biennale del cinema  e mai trasmessi nei cinema palermitani. In programma il cortometraggio “Massimino” del regista palermitano Piero Li Donni e, a seguire,  “I ricordi del fiume”, dei fratelli Massimiliano e Gianluca De Serio su una delle più grandi baraccopoli d’Europa sita sugli argini del fiume Stura a Tornino. Al termine delle proiezioni l’incontro in sala con i registi.

Martedì 22, mercoledì 23 e giovedì 24 maggio si entrerà nel vivo del festival. Protagonista sarà, ancora una volta la Villa di Piazza San Francesco di Paola, dove gareggeranno, per la sezione “Cortometraggi d’alta”,  29 cortometraggi – provenienti tanto dall’Italia quanto dall’Iran, dall’Argentina, dalla Francia, dall’Olanda passando per la Russia e  gli Stati Uniti – proiettati in lingua originale con sottotitoli in inglese ed italiano, esaminati da una giuria tecnica composta da Massimiliano e Gianluca De Serio, PierFrancesco Li Donni e dal vincitore della scorsa edizione, lo spagnolo Javi Navarro. Ai tre corti vincitori, i premi al “miglior cortometraggio”, “miglior regia” e “miglior corto sperimentale”.

Gran finale, sabato 26, con un doppio evento e il passaggio della staffetta tra SorsiCorti e Sicilia Queer Filmfest. Nello storico locale I Candelai, si svolgerà  la cerimonia di premiazione dei corti in concorso. A seguire, la festa d’inaugurazione del Sicilia Queer Filmfest, a Palermo dal 31 maggio al 6 giugno, la cui nuova edizione sarà quasi interamente dedicata al cinema Lgbt, come tributo all’attore e regista francese Jacques Nolot.

Il ticket per la singola giornata è pari ad €5 per l’ingresso a Villa Filippina, comprensivo di degustazione; €6 per il cinema Rouge et Noir ed €3 per la festa conclusiva. (Carmela Corso)

Lascia un commento