Confermati gli aiuti alla Tarom

Un velivolo Tarom

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha confermato la decisione della Commissione di approvare l’aiuto di Stato ( lo stato in questione è la Romania) – pari a 36,66 milioni di euro – finalizzato al salvataggio della della compagnia aerea Tarom.

Il ricorso – proposto da Wizz Air che aveva eccepito l’incompatibilità di tale aiuto con il mercato interno – è stato respinto nel suo complesso.

Senza aiuti di stato alla compagnia aerea Tarom in Romania rischi di disagio sociale, così la Corte di giustizia Ue ha confermato la decisione della Commissione di avallare il salvataggio

Il Tribunale ha constatato che, tenuto conto del cattivo stato delle strade e ferrovie rumene, la Commissione poteva legittimamente ritenere che la connettività garantita dalla Tarom costituisse un servizio importante, la cui interruzione avrebbe comportato gravi difficoltà di ordine sociale o costituire un fallimento del mercato. Ora Wizz Air ha due mesi e 10 giorni per impugnare la decisione. (Redazione)

vedi pure

L’ultra-low cost supera la crisi

Wizz Air aiuta i rifugiati ucraini