Chiudono le pompe di benzina (causa coronavirus)

ph Zakaria Zayane on Unsplash

(Redazione) Da mercoledi notte quelli della rete autostradale compresi raccordi e tangenziali, poi, via via, chiuderanno tutti gli altri impianti di rifornimento lungo al viabilità ordinaria. L’emergenza epidemiologica coronavirus non garantisce condizioni e il necessario livello di sicurezza sanitaria ne la sostenibilità economica del servizio. L’annuncio è affidato a una nota Faib (Confesercenti), Fegica (Cisl), Figisc/Anisa (Confcommercio). Della categoria fanno parte 100mila persone “che hanno – recita la nota – continuato a fare il loro lavoro (ridotto mediamente dell’85 per cento) a rischio della propria incolumità e mettendo in pericolo la propria salute, presidiando fisicamente il territorio, rimanendo dove sono sempre state e dove ogni cittadino di questo Paese è abituato a trovarle ogni giorno, vale a dire in mezzo alla strada. ” 

 

 

Lascia un commento