Censimento tutela la privacy

partecipare al censimento è un obbligo di legge

Sono già 1500 le famiglie che hanno partecipato al censimento permanente, rispondendo alle domande contenute nel questionario di rilevazione. Lo rende noto il Comune di Palermo che ricorda anche come, quest’ anno per la prima volta, il censimento non coinvolge tutte le famiglie nello stesso momento ma solo un campione di esse, cioè circa 9mila, che vengono informate con una lettera dell’ Istat o attraverso un rilevatore comunale. Il censimento permanente, compreso tra le rilevazioni statistiche di interesse pubblico, è inserito nel programma statistico nazionale. E’ un obbligo la cui violazione è sanzionata dalla legge. Tutte le informazioni raccolte sono tutelate dal segreto statistico e possono essere diffuse solo in forma aggregata, in modo da non potere risalire ai soggetti che le forniscono o ai quali si riferiscono. (Redazione)

Lascia un commento