Bolletta della luce più cara (colpa del petrolio)

pg Nadine Shaabana on Unsplash

(Redazione) Per tre mesi i cittadini pagheranno di più luce e gas. Da domenica sono, infatti, previsti rincari del 6,5 per cento per la bolletta della luce e dell’ 8,2 per cento per quella del metano (lo riporta il principale quotidiano economico italiano). A deciderlo è l’ Arera, una delle autorità indipendenti italiane, che si occupa dell’ energia, delle reti e dell’ ambiente, in conseguenza dell’ aumento delle quotazioni del petrolio (+ 57 per cento in un anno). Gli andamenti del greggio, a loro volta causati da un intensificarsi delle tensioni politiche e commerciali internazionali, si riflettono, quindi, in un aggiornamento delle bollette. L’ autorità ha preso atto, cosa che rientra tra i suoi compiti, dell’ andamento dei mercati delle materie prime energetiche. E’ chiaro che – trovandoci nel periodo estivo – l’ aumento relativo al gas ha un impatto irrisorio sulla spesa delle famiglie, essendo il suo consumo irrilevante.

Lascia un commento