Berlusconi attacca Biden alla Fiera di Treviglio

Silvio Berusconi in una foto del Corriere della Sera

Siamo in guerra anche noi, perchè gli mandiamo le armi: mi dicono che manderemo anche i cannoni e le armi pesanti, lasciamo perdere…“. Lo ha detto Silvio Berlusconi alla Fiera di Treviglio.

Un leader mondiale che doveva avvicinare Putin al tavolo gli ha dato del criminale di guerra, gli ha detto che doveva andare via dal governo russo e finire in galera. Il segretario della Nato, Stoltenberg, danese di 63 anni, ha detto che mai più l’Ucraina sarà sotto la Russia e così sarà anche delle due repubbliche del Donbass a cui mai l’indipendenza, mai, sarebbe riconosciuta” ha aggiunto il capo di Forza Italia.

A riportare queste dichiarazioni è il Corriere della Sera che individua una linea più vicina a quella di Salvini che del premier Draghi.

Il titolo sintetizza “Berlusconi giustifica Putin” ma si nota soprattutto che l’attacco sia rivolto a Biden e Stoltenberg ma, soprattutto, al primo. Il timore di Berlusconi è che le speranze di arrivare presto alla pace si siano assottigliate. (Redazione)

vedi

La volta che Gorbaciov vide Silvio