Baluardi culturali

Una significativa riproduzione del Castello a Mare

(Redazione)  Domani, alle 17 e 30, al Palazzo Reale, il comitato di pilotaggio del sito Unesco Palermo arabo-normanna, insieme con il Lions 108 YB Sicilia, cercherà di far conoscere meglio il Castello a Mare, in quanto esso è uno dei più antichi monumenti della capitale della Sicilia e ad essa compenetrato, fisicamente ed idealmente, fin dall’ età normanna. Cinque diverse sezioni, illustrate attraverso pannelli autoportanti, presentano le vicende storiche e architettoniche che lo riguardano dalle origini fino alla sua riscoperta, avvenuta a seguito della traumatica distruzione ed alla conseguente situazione di degrado, per giungere allo stato attuale e all’ ipotetica proposta di miglioramento delle condizioni di fruizione e di conoscenza dello stesso. Il tutto attraverso un corredo iconografico e grafico supportato da testi e didascalie che lo rendano comprensibile a tutti. Il percorso è ospitato all’ interno del cortile Maqueda. L’ evento è nato durante la stesura del dossier di candidatura per l’iscrizione nella World Heritage List Unesco del sito seriale Palermo arabo-normanna e la Cattedrali di Cefalù e Monreale. In provincia sono state censite 22 emergenze architettoniche arabo-normanne (escludendo le testimonianze oggi in stato di rudere o ridotte a semplici brani architettonici), di cui soltanto 9 riconosciute come aventi i requisiti di idoneità necessari per essere dichiarati Patrimonio dell’Umanità (Palazzo Reale e Cappella Palatina; Chiesa di San Giovanni degli Eremiti; Chiesa di Santa Maria dell’ammiraglio; Chiesa di San Cataldo; Cattedrale di Palermo; Palazzo della Zisa; Ponte dell’ammiraglio; Cattedrale di Cefalù; Cattedrale di Monreale). I restanti monumenti, pur preservando significative caratteristiche arabo-normanne, presentano delle problematiche in ordine alla loro integrità, autenticità, conservazione e fruizione, e, pertanto, non ritenuti del tutto idonei a contribuire in maniera rappresentativa alla composizione del sito seriale Unesco. Di questo e di tanto altro si parlerà domani pomeriggio. Assieme al convegno si realizzerà una mostra per far conoscere meglio il Castello a Mare. Da tale iniziativa prende vita il progetto di conoscenza Il Castello a Mare, un poderoso baluardo difensivo nel porto di Palermo (esso si trova in via Castello, di fronte piazza XIII vittime) . 

Lascia un commento