Assoutenti contro Ryanair

ph Kevin Hackert on Unsplash

Verrà presentato un esposto alla Procura della Repubblica per inottemperanza alle disposizioni delle autorità italiane, e una segnalazione all’Antitrust per possibili profili anti-concorrenziali e pratiche commerciali scorrette.

Lo annuncia Assoutenti, pronta alla guerra legale contro Ryanair dopo le affermazioni odierne, giudicate gravissime, dell’amministratore delegato, Michael O’ Leary.

Se Ryanair confermerà di non voler rispettare la normativa italiana sulle tariffe aeree, scatterà un esposto alla Procura della Repubblica, a cui segnaleremo la possibile configurazione della fattispecie di Inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, ai sensi dell’art. 650 del codice penale secondo cui

Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d’ordine pubblico o d’igiene, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206‘” spiega il vicepresidente di Assoutenti, avv. Gabriele Melluso.

“Il mancato rispetto del decreto governativo sulle tariffe da parte di Ryanair determinerebbe inoltre un danno sul fronte della concorrenza rispetto alle altre compagnie aeree ”in regola”, che porterebbe ad una inevitabile sanzione milionaria da parte dell’Antitrust.

Bisogna garantire la continuità territoriale con l’osservanza del decreto ministeriale e impedire qualsiasi speculazione sulla pelle dei consumatori in occasione degli spostamenti per le isole”. conclude. (Redazione)

vedi

Piovono critiche su Ryanair

Autogol di Ryanair sul caro-voli