Ars Nova riapre alla musica le porte di San Giovanni Decollato

ph Clarissa Watson on Unsplash

(Redazione) L’associazione musicale Ars Nova riapre le porte della chiesa di San Giovanni Decollato all’arte, proponendo un cartellone di eventi musicali che coinvolgono musicisti siciliani, provenienti da ogni parte dell’isola.

L’iniziativa, promossa in collaborazione con l’associazione Parco del Sole rientra nel programma di promozione territoriale D’autunno 2020 curato dall’associazione Ballarò significa Palermo e si collega alla raccolta fondi #Sostieni l’educazione dei bambini a San Giovanni Decollato, finalizzata a sostenere le attività del centro di aggregazione per minori.

La manifestazione dal titolo Tempo di musica – Sicilian Music Wave propone in un gran connubio di generi, che vanno dal classico al jazz, sino alla nuova musica, le espressività creative di numerosi artisti siciliani.

I concerti ideati con la direzione artistica del Maestro Onofrio Claudio Gallina avranno luogo tutti i venerdì alle ore 21.00, dal 9 ottobre all’11 dicembre 2020, presso la Chiesa San Giovanni Decollato, sita nell’omonima piazza, di fronte al trecentesco Palazzo Sclafani.

Un luogo speciale, adibito a manifestazioni d’arte, dove un tempo scorreva il torrente Kemonia, oggi interrato, ma ancora vivo nel sottosuolo della città di Palermo.

Dieci concerti, per vivere insieme la sensibilità della scena dell’isola dei suoni, che sarà inaugurata il 9 ottobre dal clarinettista e compositore Giovanni Mattaliano, in duo con il pianista Alessandro Valenza in Memories, un viaggio tra musiche popolari di varie etnie sonore con alcune nuove composizioni dello stesso Mattaliano.

Il 16 ottobre in scena il melologo Enrico IV, con musiche di Antonio Fortunato, in trio con il violoncellista Giorgio Gasbarro, Rosalba Coniglio al pianoforte ed il baritono Giuseppe Esposito, per la regia di Mario Mattia Giorgetti.

Il 23 ottobre sarà la volta del recital pianistico del pluri premiato Francesco Cataldo tra Debussy, Berg e Prokofiev, venerdi 30 ottobre il suono viaggiante in solo, del violoncellista Gabriele Ferrante, con musiche di Bach e Kodaly.

Il 6 novembre sarà la volta dello spiritual del canto liederistico del soprano Antonella Infantino in duo con il pianista Claudio Onofrio Gallina, con musiche di Wolf, Strauss e Bernstein.

Il 13 novembre la tastiera si divide in due, per accogliere le sfumature del duo pianistico a quattro mani, composto da Claudio Gallina e Andrea Vizzini, con musiche di Faurè, Ravel, Debussy, Poulenc.

Il 20 novembre il suono dell’antico e affascinante barocco sarà interpretato dal soprano Valentina Romeo e dalla viola d’amore di Giuseppe Romeo, accompagnati dall’ensemble d’archi New Camerata, in programma musiche di Vivaldi e J. S. Bach.

La rassegna continua il 27 novembre con l’ottetto Wind Ensemble, con i suoni dell’avvolgente tradizione fiatistica, tra clarinetti, oboi, fagotti e corno francese; in programma musiche di Mozart e Beethoven.

Per accogliere il mese delle festività il 4 dicembre si esibirà il duo composto dal violinista Francesco Palmisano e dalla pianista Deborah Conte, con un programma di vari periodi storici che spazia tra le musiche di Beethoven, Arvo Part, Brahms e S. Prokofiev.

La rassegna si completa venerdì 11 dicembre con i concerti per pianoforte e orchestra k414 e 415 di W. A. Mozart diretti e interpretati da Onofrio Claudio Gallina in scena con l’ensemble d’archi New Camerata.

Biglietto d’ingresso 8.00 euro, le attività artistiche si svolgeranno nel rispetto delle misure precauzionali anti-covid 19. Per informazioni scrivere a: arsnovapa@virgilio.it o a info@ballarosignificapalermo.it

 

 

 

Lascia un commento