Argentina: exit dal gruppo Brics

ph Andrea Leopardi on Unsplash

Javier Milei, presidente dell’Argentina, ha confermato che il Paese latinoamericano non aderirà al blocco dei cosiddetti Paesi emergenti Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), formalizzato dall’organizzazione in occasione dell’ultimo vertice lo scorso agosto.

In una lettera inviata al presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva Milei ha dichiarato di non ritenere “opportuna” l’adesione del suo Paese al blocco, questo evidentemente nel quadro di una complessiva ricollocazione dell’Argentina e di una nuova strategia politica.

Alcune decisioni prese dalla precedente amministrazione saranno riviste. Tra queste c’è la creazione di un’unità specializzata per l’ingresso del Paese nei Brics“, si legge nella lettera di Milei. In caso di accettazione dell’invito l’Argentina, così come gli altri Paesi invitati (Egitto, Iran, Etiopia, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti), avrebbe dovuto rispettare alcune condizioni.

La comunicazione sarebbe stata accolta senza sorpresa a Brasilia dal momento che, già prima dell’insediamento del governo Milei, l’Argentina aveva informato di volersi defilare. A riferirlo è l’Ansa. (Redazione)

vedi

Export Sud in Francia + 50 per cento