Ancòra un mese da buongustai

ph Toni Koraza on Unsplash

Si tratta di uno degli appuntamenti più attesi. Imperdibile per gli amanti della buona cucina: The Fork, piattaforma leader per la prenotazione online dei ristoranti, ha già annunciato il ritorno del TheFork Festival.

L’iniziativa si svolgerà fino al 5 giugno in 11 Paesi coinvolgendo migliaia di ristoranti partner, di cui più di 2.500 solo in Italia. La formula è sempre la stessa: 50 per cento di sconto agli utenti che prenotano su app o sito, escluse le bevande.

Il ritorno del Festival nel periodo primaverile ribadisce la funzione dell’evento come ulteriore stimolo al rilancio della ristorazione, incoraggiando i clienti a cenare fuori, concedersi un pranzo sfizioso o festeggiare con parenti e amici nei propri ristoranti preferiti.

Quale migliore occasione, dunque, per scoprire nuovi indirizzi, sperimentare generi culinari diversi, concedersi un’esperienza in uno dei numerosi ristoranti gourmand presenti sulla piattaforma che, grazie alle promozioni del TheFork Festival, sono ancora più accessibili?

Tra le migliaia di insegne aderenti al Festival ci sono numerose nuove aperture, i locali di chef giovani e promettenti, le eccellenze nel campo della pizza o della cucina regionale, i luoghi con le terrazze più suggestive e le viste mozzafiato o, ancora, i classici senza tempo, le osterie che non sbagliano un colpo e gli indirizzi giusti per tutta la famiglia o per uscire con gli amici.

C’è solo l’imbarazzo della scelta e la convenienza è davvero semplice e immediata: basta prenotare su TheFork, attraverso l’app o il sito, uno degli oltre 2.500 ristoranti che partecipano al TheFork Festival, recarsi in loco nella data e nell’orario selezionato, godersi il pasto e il 50 per cento di sconto sarà applicato automaticamente (sono escluse solo le bevande). 

Il The Fork festival conviene a tutti

La formula del TheFork Festival è sicuramente vantaggiosa per i clienti ma lo è altrettanto per i ristoratori. Sono, infatti, molteplici i vantaggi di un’iniziativa del genere: la partecipazione al Festival aumenta la visibilità del ristorante grazie alla campagna marketing multicanale che TheFork mette in campo nel periodo dedicato che prevede un importante investimento e che comprende azioni via e.mail, social media, stampa, pubblicità online e soprattutto una nuova campagna televisiva senza precedenti.

Ma non solo: far parte di un evento come questo è utile ad attirare nuovi clienti, oltre a gratificare quelli abituali, moltiplicando in generale le entrate del ristorante e incrementando il tasso di occupazione dei tavoli anche nei giorni in cui di solito si registra una minore affluenza.

Sono proprio i dati a dimostrare che il TheFork Festival è utile per far crescere il business dei ristoranti partner: secondo i risultati delle scorse edizioni, le prenotazioni dei locali aderenti aumentano di 4,5 volte nel periodo del Festival, il numero di clienti che ricevono è di 5 volte superiore rispetto al solito e la visualizzazione della loro pagina sul sito e sull’app è moltiplicata di 13 volte.

Il Festival è, dunque, un’occasione davvero imperdibile per rivolgersi a milioni di italiani in un periodo significativo e vivace per la ristorazione del nostro Paese. 

Una selezione da non farsi scappare

Con le sue migliaia di indirizzi, il TheFork Festival offre una varietà senza pari di generi culinari, filosofie alimentari, tipologie di locale e di ambientazione.

Ecco allora, per orientarsi, una selezione di dieci ristoranti imperdibili in Sicilia di cui approfittare fino al 5 giugno: Rapanui Restaurant a Mascali, Al Convento Bistrot Ristorante a Erice, Borgese Tapas Bar a Palermo, Al Duomo a Taormina, Clandestino a Ortigia a Siracusa, Lighea Giardini di Villa Lampedusa a Palermo, Tritalo Burger Tartare a Palermo, Atmosphera a Palermo, Al Giardino a Taormina.(Redazione)

vedi

Cinque ristoranti targati The Fork