Ancora per terra la colonna di Villa Giulia

Villa Giulia ripresa dall’ esterno

Forse sarebbe il caso di rimettere in piedi la colonna (foto) all’ interno di Villa Giulia, il giardino sorto nel 1777 al tempo del vicerè. Anche perchè quel vicerè si chiamava Marcantonio Colonna di Stigliano, e, quindi, la colonna assassinata in uno degli angoli della villa in perfetto stile mafioso, con il corrispondente tratto della cancellata divelto e un nastro che reca, ironicamente, l’ indicazione che qualcuno sta lavorando al caso potrebbe suonare come un’ offesa al personaggio, o forse una manifestazione di rancore postumo, magari una vendetta. Tenuto anche conto che la villa prese il nome di Giulia d’ Avales che era la moglie del vicerè, e, quindi, l’ offesa e l’ oltraggio potrebbero essere doppi. Non ha molta importanza stabilire esattamente chi abbia responsabilità di questo e dei tanti altri sfregi alla città e alla memoria, perchè tante sono le istituzioni, gli organi e le persone che dirigono gli uffici preposti alla tutela del patrimonio artistico e monumentale. Tante istituzioni, tante persone, forse troppe, difficili da identificare e inchiodare alle proprie responsabilità. E, anche per questa ragione, due volte senza faccia. (Sergio Scialabba)

Lascia un commento