Anche in casa tutto sotto controllo

ph Wang John on Unsplash

Baby monitor, telecamere di videosorveglianza o serrature intelligenti, se non correttamente protetti, possono essere la porta d’accesso ai nostri dati e alla nostra privacyIl numero di dispositivi IoT (Internet of Things) nelle abitazioni è in continua crescita: si stima che raddoppieranno entro il 2020. Ma essi, se, da un lato, contribuiranno al miglioramento della vita delle persone, grazie a tecnologie smart sempre più veloci e connesse, dall’altro si correlano a rischi legati alla sicurezza dei propri dati, e non solo.

Tutto ciò è stato evidenziato da Netgear, leader di soluzioni WiFi per la connessione domestica, in ufficio e in mobilità. Dispositivi che sembrano sicuri, in realtà possono diventare il mezzo attraverso cui criminali informatici possono insinuarsi nelle nostre vite accedendo ai nostri dati, incluse le foto.

Ad esempio, un attacco a un baby monitor permette all’hacker di ascoltare le proprie conversazioni, una videocamera di sorveglianza infettata fa sì che il criminale informatico veda all’interno dell’abitazione, mentre un router compromesso può rivelare le connessioni o la stampante mostrare i documenti che si stanno processando.  Lo sviluppo della domotica richiede, quindi, sempre maggiori precauzioni.

Netgear ha, recentemente, integrato nei propri prodotti un sistema per la sicurezza informatica che garantisce la protezione da virus, malware, furti di password, furti d’identità e attacchi hacker di tutti i dispositivi connessi a Internet dalla propria rete domestica, sia che essi si trovino all’interno della casa sia in mobilità.

La particolarità di questo sistema di sicurezza avanzato sta nel fatto che, a differenza di altre soluzioni anti-malware che offrono protezione solo per i dispositivi Android, iOS, Windows e Mac, protegge in sicurezza di tutta la rete. Questo significa che non si limita a proteggere il singolo dispositivo ma, essendo installato direttamente sul router, tutta la rete e di conseguenza tutte le telecamere di videosorveglianza, baby monitor o smart speaker e tutti i dispositivi collegati alla rete domestica, rendendoli sicuri e, ogni volta che rileva una minaccia o un dispositivo sconosciuto, si collega alla rete, invia una notifica istantanea sul telefono. (Redazione)

 

vedi

Tutto (e tutti) sotto controllo (di Sergio Scialabba)

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento