Amarezza per le azzurre

la tennista olandese Kiki Bertens

(Carmela Corso) Seconda giornata di qualificazioni dei sedicesimi di finale del 30° Palermo Ladies Open tra le tenniste del main draw che ha visto, tra le atlete in gara, l’attesissima Kiki Bertens. Motori al minimo per la testa di serie n.1 del tabellone che non tradisce le aspettative ed esordisce con una vittoria lampo, chiudendo prevedibilmente il discorso in poco più di un’ora con la georgiana Ekaterine Gorgodze (193 del ranking), battuta in due set per 6-0 6-1. Prossimo incontro, per lei, contro la serba Aleksandra Krunic, uscita vittoriosa dal match contro l’italiana Jessica Pieri di lunedì.

Gli altri scontri, in scena già nel primo pomeriggio, hanno regalato la vittoria alla francese Fiona Ferro che vince con il punteggio di 6-4 7-5 contro la spagnola Sara Sorribes Tormo; Anna-Lena Friedsam che si impone su Stefanie Vögele per 6-2 7-6 8-6; Jil Teichman che sconfigge al primo turno Dar’ja Gravrilova in un avvincente 7-6 7-3 7-5 e Irina-Camelia Begu che ferma per 7-5 6-2 Tereza Mrdeža.

Giornata amara per le azzurre in gara con Sara Errani che, al netto di una buona partita, viene eliminata nelle battute finali dopo un’ora e 51 minuti di gioco per 6-1, 3-6, 6-4 dall’ungherese Fanny Stollar, lucky loser, ripescata come dopo il forfait per problemi fisici di Martina Di Giuseppe di questa mattina.

Il tennis è maledetto – ha dichiarato amareggiata in conferenza stampa l’ex n.5 al mondo – Penso di essere ancora molto lontana da quello che speravo, non è questione di risultati ma di gioco e di livello. I tifosi palermitani sono sempre molto calorosi, è un peccato”. Eliminate anche la diciottenne Elisabetta Cocciaretto (507 del ranking) che, nonostante una prestazione eccezionale in rimonta del set di svantaggio ad inizio gara, si arrende perdendo col punteggio di 4-6 6-3 3-6 ad un’ispirata Viktòria Kužmová, testa di serie numero 3 del seeding, che affronterà al secondo turno Arantxa Rus, e Martina Trevisan mandata a casa dalla testa di serie n. 2 del torneo, Alizé Cornet (53 del ranking), reduce dalla finale al Torneo di Losanna, che la ribalta dopo essere passata in svantaggio, 6-7 6-4 6-1.

Festeggia, invece, Jasmine Paolini – classe 1996, che si guadagna un posto per il secondo turno di qualificazione imponendosi contro Laura Siegemund, n.6 del tabellone e 72 della classifica mondiale, con una prestazione altalenante (sei game di fila nel primo set e due palle break annullate nel secondo) ma che le ha comunque consegnato la vittoria per 6-1 6-4 sull’avversaria tedesca – che raggiunge Giulia Gatto-Monticoni vincitrice del match contro Antonia Lottner.

Per gli incontri di doppio vittoria di Alison Bai/Nicola Geuer contro le brasiliane Gabriela Cè/Paula Cristina Gonçalves (vinta in tre set per 6-2 3-6 10-4), di Paula Badosa Gibert/Lara Arruabarrena Vecino su Sara Sorribes Tormo/Jasmine Paolini (liquidate con il punteggio finale di 6-4 6-2), di Anastasia Grymalska/Rosalie Van Der Hoekche chiudono in due set per 6-4 7-5 contro Giorgia Marchetti/Laura Pigossi e il duo italiano Dalila Spiteri/Federica Bilardo che si impone 7-5 2-6 10-8 su Georgina Garcìa Perez/Fanny Stollàr

 

 

Lascia un commento