Alfio Di Costa, governatore Rotary, ha incontrato Leoluca Orlando

Alfio Di Costa, a sinistra, e Leoluca Orlando

(Redazione) Il governatore del distretto 2110 Sicilia Malta del Rotary International Alfio Di Costa, in visita ai club di Palermo Libertà e all’E Club Colonne d’Ercole guidati, rispettivamente da Alfredo Roccaro e Stefano Sanzo, ha incontrato, in momenti separati, i sindaci di Palermo Leoluca Orlando e di Bagheria Filippo Maria Tripoli.

Presente con i presidenti, anche una qualificata rappresentanza dei soci dei club e Sergio Malizia, Segretario del Distretto Rotary 2110.

Al palazzo delle Aquile di Palermo ha incontrato, il sindaco della città metropolitana Leoluca Orlando che ha ribadito come “i numerosi club Rotary cittadini hanno, nei decenni, nel più di un secolo di vita il primo, contribuito a far crescere la città, l’idea di servizio, la solidarietà, la cultura dell’altro e, cosa complessa la cultura del fare al di sopra degli interessi personali”.

E continuando, il prof. Leoluca Orlando si è complimentato con il governatore Alfio Di Costa per le scelte operate quest’anno. “Come dice bene lei governatore Di Costa, il turismo è il perno del nostro sviluppo e della nostra crescita. Abbiamo sviluppato il turismo approfittando dell’elezione della Città di Palermo a Capitale della cultura 2018 e dei nove siti Unesco, materiali e immateriali presenti sul territorio. Oltre a questo obiettivo, l’Amministrazione ha puntato, come ribadisce spesso lei, dal momento che la leggo spesso, allo sviluppo delle infrastrutture con importanti investimenti previsti in questi e nei prossimi anni”.

Palermo è, con la Cina, l’area geografica che nel mondo ha più siti Unesco, sette materiali e due immateriali, e possiamo contare su un apposito sito web Unesco e su una governance di qualità. Dal punto di vista turistico, la città rende molto e ne sono un esempio i numerosi bed and breakfast che hanno aperto e hanno un volume d’affari elevato.

Palermo, inoltre, come Capitale della Cultura, ha vissuto un aumento esponenziale dei numeri di transazione immobiliare da parte degli stranieri, grazie ai prezzi bassi che attualmente caratterizzano il mercato. Siamo una città che attrae anche per sicurezza: abbiamo un sistema di video-sorveglianza che permette di controllare la microcriminalità e ora nove videocamere saranno piazzate per potenziare questo controllo, che sarà esteso anche nel campo dello smaltimento dei rifiuti ingombranti, affinché venga garantito il rispetto dei regolamenti. Dobbiamo fare di più, in Sicilia, intendo. Lo faremo sfruttando anche le vostre idee, dei vostri professionisti”.

Presente all’incontro con il sindaco Leoluca Orlando, oltre al Governatore e al Segretario Distrettuale, anche il Presidente Alfredo Roccaro del Club Palermo Libertà, Cinzia Leonardi presidente incoming del Club, la dott.ssa Marianna Mirto Socia del Club Palermo Libertà e Vicesegretario Generale Vicario Capo Area Segreteria e Affari generali, Protezione Civile, Personale e Avvocatura, Capo di gabinetto, Marcello Marchese segretario del Club Palermo Libertà e Mariagabriella Licari presidente della Commissione per raccolta fondi Rotary Foundation del Club.

L’incontro amichevole è durato oltre un’ora. Gli argomenti affrontati da parte del Governatore del Distretto 2110 Alfio Di Costa sono stati molteplici, a partire proprio dal servizio alla comunità di Palermo e provincia che i Rotary Club hanno offerto e continueranno a fare. Si è toccato il tema delle infrastrutture, ribadendo la necessità di servizi efficienti.

Il governatore Alfio Di Costa ha parlato, prima di entrare nel vino della narrazione delle scelte operate, quest’anno, dal Rotary del Distretto 2110, del progetto Polioplus e del fatto che “pochi giorni fa l’OMS ha certificato che l’Africa, grazie anche a noi, è Polio Free”.  

Il sindaco di Bagheria Filippo Maria Tripoli, invece, incontrato, nel pomeriggio nella città di Renato Guttuso e Giuseppe Tornatore, ha sottolineato “la presenza e l’incisività delle azioni del club cittadino per il territorio e per la sua comunità”. Presente all’incontro con il Governatore Alfio Di Costa e il Segretario Distrettuale Sergio Malizia e un folto numero di soci, insieme all’Assistente del Governatore Ignazio Cammalleri.

Il Governatore ha evidenziato il ruolo importante del Rotary che svolge da un ventennio nella comunità locale e offre la possibilità di portare avanti iniziative comuni nell’interesse ed a servizio della collettività.

Dal Palazzo di città ci siamo spostati per visitare piazzetta Paul Harris con il monumento realizzato dal club. E poi, a seguire, l’Arco del Padre Eterno che è stato restaurato dal Club e inserito nel libro dell’anno

Rivolgendosi al sindaco della città il governatore Alfio Di Costa ha sottolineato come “il Rotary è disponibile a collaborare con le istituzioni per contribuire a questo rilancio e promozione. Il distretto preparerà un ‘Libro bianco’ sulle infrastrutture e si impegnerà in Cittadinanza attiva e sostenibilità ambientale 2.0”.

Ed, inoltre, ha sottolineato Alfio Di Costa come sia “necessario rendere fruibili il grande patrimonio archeologico, artistico, monumentale, paesaggistico che possiede la Sicilia, a partire proprio da queste meravigliose ville di Bagheria, esempio unico in Italia”. Ed il Rotary, in tal senso, darà il suo contributo con il libro “Sicilia e Malta Isole di Incanto” con il quale, ha commentato Alfio Di Costa, “promuoviamo le bellezze della nostra terra per renderle note ai turisti, a partire dalla undicesima area, quella del patrimonio archeologico subacqueo”. 

 

vedi

Il Rotary di Alfio Di Costa rifletta sull’arretratezza delle infrastrutture

 

 

 

Lascia un commento