Albatros presenta a Carini corso Health Food 

Un momento dell’evento con la dirigente scolastica Simonetta Calafiore

La Fondazione Albatros Its Academy di Messina ha presentato a Carini il nuovo corso di Istruzione Tecnica Superiore – denominato Health Food – agli studenti delle classi quinte dei 3 indirizzi dell’I.I.S. Ugo Mursia.

Questo interessante percorso formativo, che prenderà il via da settembre, offrirà l’opportunità di specializzarsi a titolo gratuito in un settore in costante crescita che fa dialogare l’agroalimentare, l’alimentazione, il territorio, la salute, tradizione e innovazione.

Sono intervenuti Simonetta Calafiore, dirigente scolastica I.S.S. Ugo Mursia, Giuseppe Monteleone, sindaco del Comune di Carini, Antonina Sidoti, presidente ITS Albatros di Messina, Rosario Seidita, presidente dell’Unione Regionale Cuochi Sicilia, Mario Puccio, presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Pasticceri Palermo, Adele Traina, biologa e componente del Comitato Esperti Idimed, Nino Terrana dell’azienda Mastro Focaccina e Vincenzo Giambanco, patron di Villa Dominici di Carini.

Ha moderato i lavori il vice preside dell’I.S.S. Ugo Mursia, Vincenzo Vassallo.

La presidente della Fondazione Albatros ITS Academy di Messina, Antonina Sidoti, dichiara: “Sono molto soddisfatta di questa mattinata con gli studenti dell’Istituto Mursia, che hanno mostrato interesse per un settore in costante crescita ed evoluzione.

Le ragazze ed i ragazzi hanno colto l’opportunità che viene loro offerta, se si considera che economicamente questo corso è a titolo gratuito ed è sostenuto da borse di studio, Erasmus ed incentivi.

Per questi tecnici, infatti, si registra un’alta richiesta da parte di aziende del nostro territorio. La Fondazione Albatros continua a lavorare nella direzione giusta, con lo scopo di diventare leader nella formazione post diploma nel settore agroalimentare in tutta la Sicilia”.

Gli studenti hanno ascoltato le testimonianze di successi nel settore Health Food, da Diego Maggio, già dirigente scolastico dell’Istituto Pietro Piazza e Marzia Sucameli, nutrizionista clinica.

Presenti anche alcuni rappresentanti di aziende agroalimentari di eccellenza del territorio, fra i quali Francesca Evola, dell’omonima azienda olivicola.

Al termine dell’incontro si è svolta una degustazione guidata del Pane delle Due Sicilie realizzato da Mastro Focaccina, dei fratelli Terrana, con pasta madre, lunga maturazione, forno a legna e grani antichi a filiera corta, Timilia dell’azienda agricola Valdibella di Camporeale, e Saragolla beneventano dell’azienda agricola T3rra di Antonio Tozzi. (Redazione)

vedi

Albatros vola col gusto di mango (gelato d’autore)