Al volante italiani fuorilegge

KJ Styles on Unsplash

Gli italiani sono molto indisciplinati alla guida. A rivelarlo è la undicesima edizione del Barometro della guida responsabile, indagine realizzata da Ipsos per la Fondazione Vinci Autoroutes, sul comportamento di 12.400 conducenti di undici Stati dell’Unione Europea.

Secondo il Barometro della guida responsabile il 66 per cento degli italiani tende a non rispettare il codice stradale e il 75  per cento non rispetta le regole sanitarie.

Il 57 per cento degli automobilisti italiani sembra aver compreso che non si devono mai staccare le mani dal volante per rispondere al telefono e dichiara di usare il sistema Bluetooth con un aumento di 4 punti in un anno e + 14 punti in 5 anni.

Ma tra i comportamenti pericolosi che gli italiani hanno confessato di adottare quando sono alla guida ci sono: non rispettare i limiti di velocità (86 per cento), passare con il semaforo rosso o arancione (50 per cento), non usare le frecce per indicare la direzione di svolta (48 per cento).

Le regole per una guida responsabile – dichiara Bernadette Moreau, delegata generale della Fondazione Vinci Autoroutes – che si tratti del Codice della strada o delle istruzioni sanitarie, sono spesso percepite più come un vincolo che come una protezione. Concedendosi dei piccoli ‘aggiustamenti’ delle regole, i conducenti privilegiano il proprio beneficio immediato, trascurano il rischio potenziale di incidenti e contano sulla propria capacità di controllo per evitarlo. Tuttavia, la grande maggioranza degli incidenti dipende dall’errata valutazione del rischio, associata a infrazioni del Codice della Strada”. (Redazione)

vedi

Un decalogo per mettere in regola la propria vettura

Suggerita cautela agli automobilisti anche nella fase 2

Agosto, allacciarsi le cinture

Pericolo smartphone

Telefonini in auto, nuovo giro di vite

Giro di vite sull’uso del cell alla guida