Al lavoro per i playoff

lo stadio visto dall’ alto

I playoff di serie B sono ormai alle porte. La vicenda del mancato pagamento dell’Irpef da parte del Bari, che ha portato ai pugliesi 2 punti di squalifica e il sorpasso in classifica da parte del Cittadella che giocherà così la gara preliminare tra le mura amiche anziché al San Nicola, ha portato a uno slittamento di una settimana delle gare.
I rosanero saranno ora impegnati il 6 Giugno in trasferta contro la vincente tra Venezia e Perugia. La gara di ritorno sarà al Renzo Barbera il 10 giugno. 
La lunga sosta ha permesso ai rosanero di recuperare diversi giocatori dai rispettivi infortuni, non ultimo Coronado che proprio oggi torna ad allenarsi con il gruppo, ma ha anche permesso a mister Stellone di focalizzare sia la preparazione tattica che quella atletica (punto debole della seconda metà di stagione).
Il recupero di numerosi giocatori porta l’allenatore ad un problema di abbondanza: tanti giocatori che si battono per una maglia da titolare, ma anche diversi possibili schemi da attuare anche a partita in corso. Stellone difficilmente prescinde da una difesa a 4, ma nell’eventualità di dover difendere un risultato favorevole è possibile un ritorno ad una linea difensiva a 3 con il 3-4-2-1 di tediniana memoria. In attacco inoltre il ritorno di Nestorovski potrebbe rimescolare le carte. Stellone sostiene che il tandem con La Gumina sia possibile, ma la scarsa condizione del macedone, reduce da un lungo infortunio, ne suggerisce un impiego a mezzo servizio. 
I playoff mettono in stand by anche il fronte della cessione societaria. Gli eventuali acquirenti aspettano di capire in quale serie si ritroveranno i rosanero a settembre. L’indagine sui conti della società ha fatto in qualche modo da garanzia sia sul fronte della salute dei conti della società di Zamparini, ma ha anche stabilito in qualche modo l’esborso per l’acquisto, stimato in 25 milioni in caso di permanenza in serie B che raddoppierebbero in caso di promozione in serie A. La notizia che è trapelata negli ultimi giorni è che si sarebbe fatto avanti un gruppo americano (che nulla avrebbe a che fare con Frank Cascio), il quale avrebbe contattato direttamente Zamparini, scavalcando l’avvocato Bettini che Zamparini aveva incaricato di occuparsi proprio di gestire i contatti con gli eventuali investitori. (Alessandro Ferrante)

Lascia un commento