A settembre il Papa venuto dal Sud

ph Nacho Arteaga on Unsplash

Si prevede nel segno del Beato Padre Pino Puglisi – ma non solo – la visita di Papa Francesco nella capitale della Sicilia il 15 settembre, anniversario dell’ omicidio di un sacerdote che ruppe una relazione controversa, difficile e turbolenta quale è quella tra la Chiesa, i cristiani e gli altri. La messa al Foro Italico, l’ incontro e il pranzo alla missione Speranza e Carità, la visita alla parrocchia San Gaetano e la sosta al luogo dell’ uccisione di Padre Puglisi rimandano a questa interpretazione dell’ evento. Ma meritano una lettura anche l’ incontro con il clero, i religiosi e i seminaristi in Cattedrale e, ovviamente, quello con i giovani in Piazza Politeama, soprattutto perchè moltissimi giovani sono andati via per colpa delle istituzioni. La presenza del capo della Chiesa Cattolica a Palermo è una grande occasione per una città che sta attraversando un momento di transizione. Bergoglio saprà certamente utilizzare le sue grandi doti comunicative (che ovviamente non incidono mai sulla sostanza). Va anche ricordato come questo Papa venuto dalla “fine del mondo” – come ebbe a dire al momento della sua elezione – sia anche un uomo del Sud. Che non solo conosce ma sente particolarmente le sue proprie istanze e problematiche. (Sergio Scialabba)

Lascia un commento