A Palazzo Sant’Elia il Gong ha suonato

L’Accademia Italiana di Suonoterapia avrà certamente un ruolo ora che i rapporti tra Sicilia e Cina sono destinati a infittirsi

Domenica 12 Maggio, a Palazzo Sant’Elia, il Gong, antichissimo strumento di origine cinese, ha suonato per l’inaugurazione delle mostre fotografiche e pittoriche di China Art Now, uno degli appuntamenti culturali a suggello dell’intesa politica raggiunta di recente tra Cina e Sicilia, le cui tradizioni hanno molti punti di contatto. Insieme con il sindaco Leoluca Orlando ha preso parte all’evento l’Accademia Italiana di Suonoterapia con Vera Scarpaci e Francesco Schepis.

Il Gong e le sue vibrazioni augurali hanno destato molto interesse e curiosità tra gli avventori giunti nella prestigiosa residenza di via Maqueda.  Gli antichi strumenti, utilizzati in Cina in occasione di feste e cerimonie,  hanno fatto echeggiare le loro frequenze penetranti e cristalline attraverso le pareti e i piani dell’antico palazzo che sta ospitando, per la prima volta, anche la mostra del fotografo palermitano Charley Fazio  dal titolo La bellezza ritrovata.

L’Accademia Italiana di Suonoterapia è una giovane realtà nata in Sicilia ed espressione dell’incontro sinergico di alcuni professionisti del settore della musica, della medicina e delle discipline olistiche.  E’ certo che l’Accademia garantirà la propria collaborazione anche per altri eventi che si svolgeranno nella capitale della Sicilia nel corso dell’anno, in cui si darà particolare enfasi all’arte, alla musica e alla pittura della Cina antica e moderno-contemporanea. (Redazione)

Lascia un commento