A Castelbuono la festa del grano Madonita: è ideale per i dolci

Nicola e (a destra) Mario Fiasconaro

E’ stata un emozionante ritorno alla vita campestre e ai momenti legati alla raccolta nei campi la Festa del Grano appena conclusasi a Castelbuono. Una giornata nata da un’idea del Maestro Nicola Fiasconaro che si è svolta nella tenuta di famiglia nel segno della riscoperta delle tradizioni della vita agreste.

Un’occasione per riaffermare valori di vita comuni e gesti di un lavoro con modalità e rituali antichi, sullo sfondo di una Sicilia rurale e autentica, ma con uno sguardo deciso al futuro.

Oggi vogliamo tornare alle origini, far rivivere le tradizioni agricole del nostro territorio e parlare di rinascita. Una rinascita che vogliamo associare alle più antiche varietà e tecniche di coltivazione del grano, come il grano Maiorca, una varietà del nostro territorio. Un frumento antico siciliano, bianco, tenero e molto nutriente, che anticamente veniva utilizzato per preparare dolci e che oggi abbiamo ritrovato” ha commentato il Maestro Nicola Fiasconaro.

Il panettone Rosa e Fico d’India di Fiasconaro, in uscita per Natale 2020

Alla riscoperta del grano Madonita

L’idea del Maestro Pasticciere Nicola Fiasconaro è stata proprio quella di far rivivere le origini di quel grano che, per secoli, è stato coltivato in Sicilia, nel territorio madonita. Un alimento prezioso e nutriente, un grano speciale per sapore, proprietà nutritive, versatilità d’utilizzo e relativa rapidità di cottura.

Fra i momenti più suggestivi della Festa del Grano c’è stato quello della mietitura che è stata effettuata manualmente con una piccola falce. Una volta tagliato, il grano è stato portato nell’aia con l’ausilio dei muli per rendere possibile la separazione dei chicchi dalla paglia. È poi seguita la fase della molitura all’interno di un piccolo mulino a pietra, dove il grano è stato impastato e cotto in un forno a legna.

Fra tradizione e innovazione, anteprima a sorpresa di Natale…

Il Maestro ha riscoperto i grani autoctoni coltivandoli proprio nella sua tenuta e ha potuto apprezzane la particolare maglia glutinica e la consistenza ideale per le sue creazioni dolciarie. In particolare, ha scelto il grano Madonita per l’innovativa ricetta del nuovo Panettone Fiasconaro Rosa e Fico D’India per il Natale 2020.

Un panettone speciale, simbolo di speranza e di rinascita, nel quale la rosa dalle fragranze mediterranee incontra i fichi d’India nell’abbraccio della farina di grano tenero siciliano. Le perle di cioccolato rosa, dal gusto fruttato, impreziosiscono l’anima e la doppia copertura del dolce, realizzata con cioccolato bianco e confettura di fico d’India.

Un prodotto che nasce dalla tradizione e dalle caratteristiche delle terre siciliane, fonti inesauribili di ispirazione e di creatività per il Maestro Nicola, che lo ha messo a punto in mesi di sperimentazione e di ricerca dei migliori ingredienti. Un vero e proprio viaggio sensoriale attraverso la Sicilia, terra aspra e riarsa dal sole, ma sempre generosa e capace di regalare fragranze mediterranee e frutti antichi dal sapore unico. (Redazione)

 

vedi

Il Papa benedice la manna delle Madonie (di Sergio Scialabba)

Il premio Telamone 2019 a Nicola Fiasconaro

 

 

Lascia un commento