67mila contagi e primo morto per coronavirus fuori dall’Asia

ph Pedro Lastra on Unsplash

Una persona è morta in Francia per le conseguenze del coronavirus. Si tratta della prima vittima fuori dall’Asia. Lo ha detto il ministro della Sanità francese precisando che la vittima è il turista cinese di 80 anni, primo ricoverato per l’infezione che era arrivato in Francia dalla provincia di Hubei il 5 gennaio ed era stato ricoverato in isolamento il 25. Le sue condizioni si erano aggravate velocemente.

Altre 139 persone sono morte intanto nella provincia cinese dell’Hubei a causa del coronavirus, portando il totale a oltre 1.500. Quanto ai contagi accertati di Covid-19, i casi totali sono saliti ad oltre 67mila.

Il volo dell’Aeronautica Militare sul quale viaggia Niccolò, il 17enne di Grado bloccato a Wuhan per due volte a causa della febbre, è intanto atterrato all’aeroporto di Pratica di Mare. Ad accogliere il giovane, oltre alla sua famiglia, il ministro degli Esteri italiano. Dopo lo sbarco e i controlli, Niccolò è stato trasferito allo Spallanzani per la quarantena. A bordo del Boeing KC-767 dell’Aeronautica militare che ha riportato Niccolò in Italia ha viaggiato anche il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri, assieme a medici ed infermieri. A riportare questi aggiornamenti è l’agenzia giornalistica Ansa. (Redazione)

 

vedi 

Coronavirus: superati i 20mila casi in Cina

Coronavirus: l’Italia solidale col popolo cinese

Dopo la Francia il coronavirus arriva in Germania

 

 

Lascia un commento