3 milioni di BPF in Sicilia

ph Scott Graham on Unsplash

Sono oltre 3,5 milioni i Libretti Postali e circa 3 milioni i Buoni Postali Fruttiferi sottoscritti in tutta la Sicilia secondo gli ultimi dati sul primo semestre del 2023. In particolare nel Palermitano si registrano oltre 860mila Libretti e 590mila Buoni Postali Fruttiferi, strumenti che si confermano, dunque, tra le soluzioni di risparmio più affidabili per i cittadini.

Fino al prossimo 10 gennaio, inoltre, è disponibile l’Offerta Supersmart Premium 540 giorni, dedicata a tutti i titolari di Libretto Smart che apportano nuova liquidità in Poste Italiane. Ha una durata di 540 giorni e consente di ottenere un tasso del 4,00 per cento annuo lordo sulle somme accantonate se portate a scadenza.

Le somme che incrementano il saldo di nuova liquidità sono quelle versate sul conto corrente postale o sul libretto Smart/altro libretto, esclusivamente attraverso le seguenti modalità: Bonifico Bancario direttamente sul libretto Smart o Conto Corrente Postale e, successivamente, sul libretto Smart tramite girofondo; versamento di assegni bancari e circolari; accredito di stipendi e pensioni.

Inoltre, per chi non avesse nuova liquidità, è disponibile l’Offerta Supersmart 360 giorni sempre dedicata a tutti i titolari di Libretto Smart che consente di ottenere un tasso di interesse annuo lordo dell’2,50 per cento sulle somme accantonate e portate a scadenza dei 360 giorni.

Disponibile anche l’Offerta Supersmart Pensione 364 giorni, dedicata a chi ha presentato una richiesta di accredito di una pensione Inps presso Poste Italiane o che abbia ricevuto almeno un accredito sul Libretto Smart. Ha una durata di 364 giorni e permette di ottenere un tasso di interesse lordo a scadenza del 3,50 per cento.

Tutte le offerte sono attivabili in uno dei 150 uffici postali della provincia di Palermo, dal sito poste.it e dall’app BancoPosta. L’accantonamento minimo è di 1.000 euro incrementabile per multipli di 50 euro.

Accanto alle nuove offerte restano sempre disponibili i Buoni Fruttiferi Postali che non hanno costi di sottoscrizione, gestione e rimborso, salvo gli oneri fiscali, garantiscono sempre la restituzione del capitale investito e il titolare può chiedere in ogni momento il rimborso del capitale più gli eventuali interessi maturati.

È possibile, inoltre, investire piccole somme. La ritenuta fiscale è del 12,50 per cento e i Buoni sono esenti da imposta di successione e sono sottoscrivibili negli uffici postali e online, attraverso il sito e l’app BancoPosta. Libretti di Risparmio e Buoni Fruttiferi Postali sono prodotti garantiti dallo Stato Italiano, emessi da Cassa Depositi e Prestiti e collocati in esclusiva da Poste Italiane. L’accordo tra Cdp e Poste Italiane, 2 tra le rilevanti istituzioni pubbliche italiane scade nel 2024 ma è destinato ad essere rinnovato. (Redazione)

vedi

In Sicilia piacciono i Buoni