3 giorni dedicati all’healthcare

National Cancer Institute on Unsplash

Nei prossimi 10 anni, secondo le rielaborazioni del Centro Studi Janssen su dati OECD Health, in Italia mancheranno oltre 120mila tra medici e infermieri e l’Oms prevede un fabbisogno di 18 milioni di operatori sanitari aggiuntivi entro il 2030. Quelle sanitarie, dunque, sono professioni che lasciano intravedere una possibilità di impiego a chi oggi si trova a scegliere l’Università.

Ai test di accesso per Medicina e chirurgia 2021/22 si sono iscritti 77.376 ragazzi (63.972 per i corsi in lingua italiana e 13.404 per i corsi in inglese), a fronte di 14.332 posti disponibili (+9,6 per cento rispetto al 2020/21). Ed è notizia di questi giorni che i prossimi test per Medicina, in programma il 6 settembre, saranno gli ultimi in questa veste: dal 2023 si potrà sostenere la prova due volte l’anno a partire dalla quarta superiore. Medici, ma non solo, c’è richiesta anche di figure professionali sanitarie come quelle di infermieri professionali, fisioterapisti, logopedisti, igienisti dentali, audioprotesisti e podologi.

Ci sarà bisogno soprattutto di più infermieri, la Fnopi (Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche) stima che ne mancano già ora circa 63mila. A questo si somma il dato occupazionale: secondo il Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea di Bologna la quota di occupati tra i laureati di primo livello delle Professioni Sanitarie è arrivata al 76,2 per cento, dato che pone questo settore al primo posto per possibilità di occupazione. Sui 30.451 posti disponibili nei 22 corsi di laurea triennali afferenti alle professioni sanitarie nell’anno accademico 2021/2022 (+15 per cento circa) sono state presentate 78.074 richieste di iscrizione.

Dati e spunti che faranno da base al Salone dell’Orientamento e delle Professioni, (9-11 marzo) lo speciale appuntamento digitale del Salone dello Studente dedicato all’Healthcare (Medicina, Psicologia e Professioni Sanitarie), per studenti e scuole di tutta Italia, sul sito.

Una tre-giorni non stop di workshop con esperti del settore Sanità, simulazioni dei test d’accesso a Medicina, approfondimenti e lezioni aperte, stand e aule virtuali. Tutto in diretta. In programma anche un Fuori Salone (12-21 Marzo) per rivedere on demand tutti gli appuntamenti. La partecipazione al Salone è gratuita, basta iscriversi sulla piattaforma.

Sanità e cura rappresentano quelle aree in cui il fabbisogno di personale nei prossimi anni sarà altissimo, ma anche un settore nel quale serviranno professionalità nuove con competenze nel campo della tecnologia e dell’Intelligenza artificiale: data scientist, AI engineer, gamification designer (creazione di giochi che aiutano i pazienti, soprattutto i piccoli, ad affrontare con meno paure un percorso di cura), esperti di deep learning con forte background health, sviluppatori di app per la telemedicina, esperti di bioprinting (la nuova frontiera della progettazione di tessuti e organi sintetici), patient manager.

Con quasi 60 tra seminari, webinar e incontri, il Salone dell’Healthcare prevede un Padiglione Espositivo in cui navigare tra stand virtuali di Università, Accademie e Its, accedere ai materiali multimediali, guardare i video e scaricare le brochure informative, mettersi in contatto diretto con l’ateneo per ricevere informazioni e scrivere ai responsabili dell’Orientamento attraverso i form di contatto.

Il Padiglione Webinar con il Calendario degli incontri live dove i partecipanti potranno intervenire e interagire con i relatori. In programma workshop con esperti del settore Sanità.

Ci sarà anche un Padiglione Test e Questionari, con simulazioni dei test d’ingresso alla facoltà di Medicina e delle Professioni Sanitarie dove gli studenti possono mettersi alla prova e valutare le proprie competenze. Ogni giorno si terranno simulazioni dei Test d’ingresso a Medicina, a cura di Dispenso.

Inoltre, nel Padiglione Docenti, spazio agli insegnanti per scoprire i progetti riservati alle scuole, entrare in contatto con il mondo dell’orientamento e seguire seminari per la formazione continua.

Da segnalare la presenza di Emergency che terrà incontri sull’attività dell’organizzazione nel mondo, in particolare nei teatri di guerra.

Inoltre, ogni giorno, le Tips degli Esperti per Studiare all’estero, Entrare nel mondo del lavoro, Sviluppare competenze, Intraprendere la carriera militare.

“La medicina è uno dei settori più importanti e a maggior tasso di sviluppo” dice Domenico Ioppolo, amministratore delegato di Campus Editori.

“Ecco perché – prosegue – abbiamo pensato al Salone dell’Healthcare, il primo interamente dedicato al settore sociosanitario: ci saranno dibattiti, workshop, convegni, ci sarà la possibilità per i ragazzi di incontrare l’offerta formativa italiana e internazionale e sarà l’occasione per fare il punto su cosa oggi l’università italiana offre per quanto riguarda la formazione nel settore sanitario”.

Tutti i webinar del Salone dello Studente danno diritto a crediti PCTO per la formazione e le scuole possono ricevere i relativi attestati richiedendoli a salonedellostudente@class.it. Al link il programma completo. (Redazione)

vedi

Salone dello Studente in tour

4 atenei al Salone dello Studente

Il salone dello studente diventa digitale