25 classi nel progetto E.ON

Riparte il Progetto Scuole E.ON

Riparte il Progetto Scuole E.ON, con cui l’azienda fondata in Germania e operante nel settore delle energie rinnovabili si impegna a promuovere la sostenibilità, l’uso consapevole delle risorse e accrescere la consapevolezza sull’importanza di adottare comportamenti virtuosi, rivolgendosi in prima persona alle nuove generazioni, in un’ottica di contaminazione positiva.

Nell’edizione 2023-2024, le classi aderenti nella provincia di Palermo sono ben 25, dimostrando una grande sensibilità delle scuole locali verso le tematiche ambientali. Anche quest’anno il percorso coinvolgerà ragazze e ragazzi in diverse esperienze con un approccio che permetterà di imparare divertendosi: una speciale Game Box conterrà tutti i materiali per effettuare gli esperimenti proposti nei vari capitoli dell’Action Book, un vero e proprio libro-game che accompagnerà gli studenti in questa avventura alla scoperta dell’importanza di agire ora e insieme per un futuro più verde.

L’iniziativa fa parte dell’impegno di E.ON per la creazione di un movimento per sensibilizzare tutti a prendersi cura dell’ambiente, delle risorse e del proprio territorio: ognuno di noi può essere protagonista della transizione ecologica, per questo è fondamentale investire in progetti di educazione energetica e ambientale in grado di stimolare e conquistare i giovani, ossia gli adulti di domani, in questo percorso.

L’entusiasmo e il gradimento per questi progetti sono testimoniati non solo dall’incremento costante delle scuole che scelgono di aderire, ma anche, e soprattutto dal coinvolgimento dei partecipanti nel mettere in luce l’impatto positivo del percorso offerto.

Un esempio viene da Anita Colombini, docente della Scuola Primaria Luigi Cadorna di Milano, che ha commentato: “Le attività nell’ambito del Progetto Scuole E.ON hanno un reale impatto sui bambini anche perché includono attivamente l’insegnante, che riesce così a trasmettere e a valorizzare le risorse in modo divertente e accattivante, lasciandosi coinvolgere insieme ai suoi bambini in pratiche virtuose a difesa del nostro ambiente.

In questo modo riusciamo ad assegnare ai bambini un ruolo importante: far conoscere e mettere in pratica questi comportamenti anche a casa, con la loro famiglia, al parco, in spiaggia… così l’effetto sarà più efficace e duraturo, perché i bambini sono giudici severi con gli adulti! Il vivere green pervade tutti e rende i bambini ancora più uniti tra loro, con l’obiettivo comune di proteggere il loro Pianeta! In questa fascia d’età queste attività sono ancora più efficaci perché, fortunatamente, i bambini non conoscono barriere!”.

Gli insegnanti e gli studenti, attraverso il materiale didattico messo a disposizione in modo totalmente gratuito, potranno conoscere le novità dell’innovazione scientifica e tecnologica a servizio dell’ambiente, trattando in modo semplice ma con rigore scientifico numerosi temi: dai cambiamenti climatici, alla biodiversità, alla gestione delle risorse naturali e allo sviluppo sostenibile.

I docenti avranno anche modo di seguire il corso offerto da E.ON attraverso il portale S.O.F.I.A. del Ministero dell’Istruzione e del Merito sui temi della sostenibilità ambientale e dei cambiamenti climatici.

Il corso, realizzato in collaborazione con Meteo Expert e Pleiadi, garantisce crediti formativi ed è disponibile per gli insegnanti di tutta Italia, a prescindere dalla loro effettiva partecipazione al Progetto Scuole, garantendo ai docenti strumenti didattici e sperimentali per educare le nuove generazioni in questo ambito.

Nell’ambito del Progetto Scuole E.ON sono previsti anche sondaggi periodici rivolti agli insegnanti con l’obiettivo di rilevare e comprendere l’interesse e la sensibilità dei bambini alle tematiche green ma, anche, per fare il punto sull’importanza dell’educazione ambientale nelle scuole per migliorare i comportamenti e le azioni quotidiane dei ragazzi.

La ricerca condotta nella scorsa edizione, presentata durante l’evento conclusivo di aprile al Museo di Storia Naturale di Milano, ha evidenziato dati interessanti: secondo il 70 per cento dei docenti intervistati i ragazzi erano preoccupati per il futuro dell’ambiente.

Sempre il 70 per cento riteneva che le attività formative svolte a scuola influenzassero attivamente i comportamenti e le priorità delle famiglie italiane.

Dalla sua inaugurazione (2016) ad oggi, il Progetto Scuole E.ON ha coinvolto oltre 30mila studenti provenienti da più di 1.000 classi. L’iniziativa, sviluppata in collaborazione con Pleiadi e Meteo Expert – società leader nella divulgazione scientifica – anche per questa edizione può contare sulla presenza di Andrea Giuliacci, noto meteorologo e professore di Fisica dell’Atmosfera.

In linea con l’approccio olistico dell’azienda, l’iniziativa è rivolta anche ai dipendenti E.ON che, in accordo con la scuola frequentata dai propri figli, possono iscrivere le classi al Progetto, per contribuire alla missione di creare un movimento green che condivida valori e principi a favore dell’ambiente.

Siamo davvero orgogliosi di poter dare continuità al Progetto Scuole, con cui vogliamo raggiungere e coinvolgere le nuove generazioni in attività e contenuti di valore in grado di fare la differenza nella tutela del Pianeta.

Anno dopo anno l’iniziativa mira a una diffusione sempre più capillare sul territorio perché tutti possano avere l’opportunità di migliorare il proprio territorio ed essere un esempio virtuoso per le generazioni future.

Fare formazione in modo accessibile su queste tematiche a partire dai più giovani è fondamentale proprio perché siano loro gli eroi green di domani”, ha affermato Mauro Biraghi, Marketing and Corporate Communications Director di E.ON Energia.

La lotta al cambiamento climatico e il corretto utilizzo delle risorse è una delle sfide più grandi che ci troviamo ad affrontare, e ci impegnerà per tanto tempo ancora.

Ma sono convinto che questa sfida si possa vincere, anche e soprattutto grazie alla conoscenza, alla corretta formazione.

Ecco perché sono davvero contento di partecipare a un progetto che, attraverso l’educazione, può dare ai più piccoli quelle conoscenze indispensabili ad affrontare e vincere questa impegnativa sfida” ha dichiarato Andrea Giuliacci, professore di Fisica dell’Atmosfera, Università di Milano Bicocca e meteorologo Meteo Expert.

L’edizione 2023-2024 si svolgerà da ottobre ad aprile e sarà caratterizzata da un ciclo di attività che vedrà lo scambio continuo di materiali fisici e digitali, esperienze interattive e contenuti educativi realizzati per sviluppare curiosità e stimolare l’interazione con una solida base scientifica, grazie alla collaborazione con Meteo Expert e Pleiadi.

Nella fase finale di questo percorso le classi metteranno alla prova le conoscenze e competenze acquisite attraverso la realizzazione di progetti con una modalità che stimoli la fantasia, che include sfide e installazioni creative. (Redazione)

vedi

Studenti Galilei in Energy4Blue